Novita'

Progetto Opera Trasimeno

Il territorio del nostro Trasimeno, così suggestivo da apparire un palcoscenico naturale, non è stato ancora capace di una produzione culturale degna della sua bellezza.Eppure questo comprensorio, con una forte vocazione turistica, vanta un numero crescente di residenti stranieri, sicuramente attratti dalla bellezza dei luoghi, ma qui condotti soprattutto da un consapevole bisogno di cultura italiana in tutti gli ambiti e a tutti i livelli.Questi nuovi cittadini sono consapevoli che il simbolo della nostra tradizione culturale, il più autentico e affermato nel mondo, è l’opera lirica. Essi non solo apprezzano questo gioiello italiano, ma concretamente ci attestano la loro richiesta di spettacoli lirici con la immancabile e puntuale presenza in qualità di pubblico a tutte le manifestazioni del genere prodotte nel territorio, spesso in forma inadeguata o estemporanea. Non chiedono che di poter cogliere una preziosa opportunità di fruizione culturale, vagheggiata a lungo nei paesi d’origine, per arricchire il piacere della nuova stanzialità.

Vogliamo dare una risposta, graduale, calibrata ed organica, alla domanda degli amici “stranieri” di coniugare il soggiorno in Umbria con la nostra tradizione culturale più celebre. Vogliamo offrire loro manifestazioni di alta qualità musicale e teatrale, gestite con la loro generosa collaborazione, ma comunque allestite ed eseguite da noi “italiani”, perché l’opera – ai loro occhi –  è prima di tutto italiana.Ma il loro interesse per la cultura italiana e i suoi prodotti più eccellenti può stimolare un processo di emulazione e orgogliosa partecipazione anche nei nostri concittadini amanti dell’opera, oggi in parte rassegnati alla sporadica rappresentazione estiva di qualche spettacolo lirico.E in fin dei conti può senz’altro costituire uno stimolo anche per i meno acculturati, con un prevedibile effetto trainante: partecipare anch’essi a quegli eventi, in un auspicabile processo di riscoperta e riappropriazione del meglio della nostra cultura.Nel contempo è del tutto evidente che ogni evento culturale costituisce una importante occasione di concentrazione di pubblico interessato, alla cui attenzione sottoporre con messaggi promozionali il meglio dei prodotti di tutto il territorio.

Vogliamo produrre una stagione lirica costituita da spettacoli di varia tipologia e forma.Tra questi uno spazio privilegiato e permanente verrà riservato a quelli ispirati all’estetica fin de siècle e primo-novecentesca, che iniziava a considerare con occhi nuovi il Lago Trasimeno e le sue bellezze, come luogo per raffinate vacanze alla moda o per eleganti residenze estive. Un carattere del Lago Trasimeno subito avvertito anche da uno speciale frequentatore come Giacomo Puccini, abituale ospite della Villa Schnabl, che lo assimilava  con la sua raffinata sensibilità e la sua straordinaria arte musicale. Personaggi indimenticabili dell’epoca furono anche Guido Pompili e la poetessa Vittoria Aganoor, con il loro amore tragico appassionato.Proprio per risuscitare in parte quell’atmosfera, pensiamo di realizzare annualmente le seguenti attività:

1. nel periodo di Carnevale, una stagione lirica di opere del grande repertorio nei teatri di Magione e di Tuoro;

2. durante la primavera e l’estate, spettacoli lirici in alcuni siti di grande suggestione e valore simbolico del territorio dei due comuni, con possibili sconfinamenti nelle località limitrofe.

Abbiamo in mente la produzione di spettacoli lirici di qualità, concepiti espressamente per il territorio ed i teatri del Lago Trasimeno, valorizzando le migliori risorse locali dal punto di vista musicale e teatrale, con provata esperienza e dichiarata condivisione del progetto e delle sue finalità.Vogliamo operare con gradualità, calibrando impegno e risorse nei due poli di Magione e di Tuoro in sintonia con il ciclo stagionale e con attenzione scrupolosa ai singoli eventi; pertanto la produzione sarà articolata secondo tre tipologie e modalità: concerto lirico corale con o senza solisti, opera integrale in teatro con allestimento scenico, oppure ancora spettacolo lirico open air. Per quanto riguarda l’accompagnamento musicale si partirà con eventi che vedranno coinvolti solisti e coro con pianoforte, coinvolgimento progressivo di strumenti, auspicabile costituzione di una piccola orchestra.La Direzione Musicale sarà affidata al Maestro del Coro Lirico dell’Umbria, il Direttore d’Orchestra e Musicologo Alessandro Nisio; la Direzione Teatrale a Gianfranco Zampetti, affermato Attore e Direttore dei Teatri di Magione e di Tuoro, l’allestimento scenico all’esperto macchinista e scenografo Gianni Ferri; gli aspetti manageriali saranno gestiti dal Presidente e dal Consiglio Direttivo di Cor.A.Li.Um. con uno staff dedicato; per gli sponsor il capofila sarà Lamberto Losani, affermato imprenditore del cashmere del nostro territorio.

I teatri disponibili risultano al momento il Teatro Mengoni di Magione e il Teatro dell’Accademia di Tuoro. I siti attualmente individuati per le recite estive a Magione sono San Savino e Monte del Lago; a Tuoro la Rotonda panonamica e l’Anfiteatro, oltre al Borgo di Isola Maggiore

In futuro si valuterà un auspicabile coinvolgimento di altri comuni del Lago Trasimeno (Passignano, Castiglione) e una possibile collaborazione/integrazione con Corciano e Panicale. In tale eventualità si potrebbe arrivare alla costituzione di una società/ente di gestione insieme a un Consorzio di Comuni, alle Proloco e agli EPT del comprensorio del Trasimeno.

L’appuntamento per inaugurare la produzione sarà all’insegna della solidarietà. Nella primavera di ogni anno terremo concerti solidali per Istituti di assistenza per anziani o disagiati del nostro territorio.

Il secondo evento prevede un concerto di presentazione del progetto nel Castello di San Savino: un concerto per soli, coro e pianoforte per il quale si prevede una data dell’ultima decade di giugno o primi di luglio.

La terza tappa di avvio del processo di questa produzione sarà per i primi anni un’opera pucciniana del Trittico: SUOR ANGELICA nel 2016, che si rappresenterà a Monte del Lago nel magnifico giardino di Villa Pompili in apertura del Festival della Corrispondenza e sarà ripetuto al Teatro dell’Accademia di Tuoro nel febbraio 2017.

Si festeggerà il nuovo anno di OPERA TRASIMENO con un concerto augurale in teatro a Magione e Tuoro, per soli, coro e pf/orch.

Ma il primo evento teatrale vero e proprio sarà un ELISIR D’AMORE in scena nel teatro Mengoni di Magione durante il Carnevale 2017 (con pf o orch).

Si prevedono costi di produzione, al netto di SIAE, IVA ed ENPALS, di circa 2.000 euro per gli eventi più semplici, incluse le spese per il pianoforte (concerto lirico corale senza solisti), fino a un minimo di circa 10.000 euro per la prima recita di un’opera in scena a teatro con un  complesso orchestrale; ovviamente tali costi si ridurranno in caso di repliche.

Costi accessori vanno considerati per la pubblicizzazione del progetto e dei singoli eventi, oltre alla gestione contabile, di rappresentanza e di rischio di impresa da parte dell’Associazione del Coro Lirico dell’Umbria.

Saranno normalmente esclusi gli spettacoli gratuiti, fonte umiliante di equivoci sulla qualità e di sottovalutazione da parte degli spettatori.

A prescindere dal successo di pubblico e di immagine, oggetto privilegiato di opportune considerazioni di carattere amministrativo, la verifica e la valutazione puntuale dei singoli eventi del progetto sarà fatta sul piano della qualità musicale dal Direttore Musicale e dal Direttore Teatrale.

Sarà certamente necessario prevedere un budget generale per lo sviluppo dell’intero progetto, sulla base del quale ricercare finanziamenti da istituzioni ed enti o da privati; ma nello stesso tempo ogni singolo evento avrà un suo budget specifico, con relativo rendiconto.

Sarà così possibile verificare in ogni momento, in base a un realistico bilancio dell’iniziativa, l’andamento del progetto generale, e valutare quindi l’opportunità di una sua prosecuzione o di una eventuale modifica.

Associazione del Coro Lirico dell’Umbria – Cor.A.Li.Um.

Lamberto Losani, Imprenditore, titolare di LOSANI CASHMERE srl

Alessandro Nisio, Musicologo e Direttore di Cor.A.Li.Um.

Gianfranco Zampetti, Attore, Direttore dei Teatri di Magione e di Tuoro

Print Friendly, PDF & Email